CiaPisa, Autore presso ciapisa
1
archive,author,author-wp_398712,author-1,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-16.7,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

Author: CiaPisa

Martedì 5 febbraio 2019, dalle ore 9:30, all’Auditorium “Rino Ricci” della Camera di Commercio(Piazza Vittorio Emanuele II, Pisa), la Cia – Agricoltori Italiani Pisa organizza, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Agro-Ambientali dell’Università di Pisa e con la Camera di Commercio di Pisa, l’iniziativa dal titolo “Economia circolare. Un modello economico su cui investire”.

Questo il programma completo:

  • Introduce: Stefano Berti, direttore Cia – Agricoltori Italiani Pisa
  • Modera: Gilberto Santucci, giornalista
  • PRIMA PARTE / Presentazione del libro “L’Utopia Sostenibile” con l’autore Enrico Giovannini
  • SECONDA PARTE / Tavola rotonda sul tema “Economia circolare e bioeconomia. La nuova Agricoltura protagonista”
  • Intervengono:
    • Enrico Giovannini, economista, statistico e accademico. Promotore e portavoce di ASviS (Alleanza per lo Sviluppo Sostenibile)
    • Dino Scanavino, presidente nazionale Cia – Agricoltori Italiani
    • Gianluca Brunori, Università di Pisa, professore ordinario presso il Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Agro-ambientali
    • Eleonora Sirsi, Università di Pisa, coordinatrice nazionale settore Food della RUS (Rete Università Sostenibili)
    • Rossano Pazzagli, Università del Molise, direttore del Centro di Ricerca per le Aree Interne e gli Appennini (ArIA)
    • Valter Tamburini, presidente Camera di Commercio di Pisa
    • Francesco Elter, presidente Cia – Agricoltori Italiani Pisa
  • Dibattito

Il Professor Giovannini è una figura di  prestigio del mondo accademico, anche per i numerosi ruoli ricoperti. E’ stato tra l’altro Presidente dell’Istat e Ministro del Lavoro del Governo Letta. Da anni svolge il suo ruolo di economista in modo molto attivo. Il suo impegno costante è rivolto soprattutto a mettere in guardia chi ha potere decisionale in ambito politico economico, ma anche i cittadini stessi, circa i gravissimi rischi che corriamo in relazione ad un modello di economia che ormai mostra tutti i propri limiti in relazione alle grandi emergenze dei nostri tempi: in primis i cambiamenti climatici, la crescita esponenziale della popolazione mondiale e la gestione dei flussi migratori. Da una sua idea è nata ASviS (www.asvis.it), Alleanza italiana per lo Sviluppo Sostenibile, della quale ora è portavoce. L’Alleanza E’ nata il 3 febbraio del 2016, su iniziativa della Fondazione Unipolis e dell’Università di Roma “Tor Vergata”, per far crescere nella società italiana, nei soggetti economici e nelle istituzioni la consapevolezza dell’importanza dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e per mobilitarli allo scopo di realizzare gli Obiettivi di sviluppo sostenibile.

Enrico Giovannini è un sostenitore dell’economia circolare e di questo tratta nel suo libro “L’Utopia Sostenibile”.  “Per costruire un futuro migliore ci serve un’utopia. Un’utopia sostenibile. È la via maestra che Enrico Giovannini indica per il raggiungimento entro il 2030 degli obiettivi di sviluppo sostenibile fissati dall’ONU. Fame, salute, acqua, povertà, energia, infrastrutture, occupazione, disuguaglianze, clima, pace, istruzione sono questioni che si affrontano solo con un pensiero integrato e il concorso di forze politiche, economiche e sociali. Continuare a pensare e ad agire come nel passato vuol dire far precipitare il nostro mondo in una profonda crisi ambientale, economica, sociale. È richiesto l’impegno di tutti e un profondo cambiamento del modo in cui leggiamo e affrontiamo i problemi che ci circondano.” Scrive l’Editore Laterza nel sunto di presentazione della pubblicazione.

Come Cia di Pisa da sempre pensiamo che discutere di questi temi e dare anche un contributo propositivo nella discussione rientri a pieno nelle nostre funzioni, in quella che si chiama la mission, per questo abbiamo contattato il Professor Giovannini chiedendogli la disponibilità a venire a Pisa a presentare il suo libro, presentare le attività di ASviS e discutere anche di come l’agricoltura possa rivisitare il proprio ruolo nell’ambito del sistema economico.

L’agricoltura tradizionale, in particolare quella mezzadrile, che ha modellato i nostri territori conferendo loro caratteristiche paesaggistiche uniche, che ha determinato sostanziali modifiche socio economiche, era evidentemente un modello di economia circolare. La fattoria mezzadrile prevedeva una serie di attività ed un’organizzazione sociale dove ogni cosa aveva un senso ed era funzionale alle comunità sulle quali poggiava. Non esistevano sprechi, non c’erano problemi di smaltimento rifiuti, ognuno aveva un proprio ruolo ben definito e funzionale, dall’infanzia fino alla morte. E’ chiaro che nessuno pensa alla riproponibilità della mezzadria, ma sicuramente anche questa analisi storica può accrescere la consapevolezza che l’agricoltura possa davvero avere centralità nella ineludibile e necessaria rivisitazione dell’assetto del nostro futuro. Anche il sistema agricolo deve però maturare la consapevolezza che l’attuale modello non regge e non ha prospettive. Non le ha per la sostenibilità ambientale e neanche per la sostenibilità economica delle imprese. Serve un po’ più di coraggio, servono discussioni ed elaborazioni che vadano  oltre il contingente, servono persone come Enrico Giovannini che hanno la capacità di coinvolgere il mondo economico, le Istituzioni e i cittadini stimolando in tutti quella voglia di cambiamento che è necessaria.

Parleremo di tutto questo il 5 Febbraio a Pisa. Lo faremo nella sala convegni della Camera di Commercio che è la casa di tutte le imprese. Lo faremo con il Professor Giovannini che presenterà il suo libro e che discuterà di economia circolare e bioeconomia in agricoltura insieme a Dino Scanavino, Presidente Cia Nazionale, Gianluca Brunori dell’Università di Pisa, Rossano Pazzagli dell’Università del Molise e Francesco Elter Presidente della Cia di Pisa. Modererà la mattinata Gilberto Santucci, giornalista e scrittore oltre che dirigente dell’Istituto Agrario Ciuffelli di Todi.

Aperto il bando Psr Feasr 2014-2020

operazione 6.4.1 Diversificazione delle aziende agricole, annualità 2018

Domande dal 18 ottobre fino alle ore 13 del 30 novembre 2018

 

 

Bando
Finanziamenti per la diversificazione delle attività nelle aziende agricole
Scadenza
Le domande possono essere presentate dal giorno successivo alla pubblicazione sul Burt fino a venerdì 30 novembre 2018, ore 13.00.
A chi si rivolge

Imprenditori agricoli professionali (IAP) e soggetti ad essi equiparati e, per le sole attività sociali e le fattorie didattiche, imprenditori agricoli ai sensi dell’art.2135 del Codice Civile iscritti nel Registro delle imprese sezione speciale aziende agricole

 

Opportunità

Contributo del 40% per tutti gli investimenti incluse le spese generali

con una maggiorazione del 10% in caso di investimenti in zona montana ai sensi comma 1 lett. a) dell’art. 32 del Reg.(UE) n. 1305/2013.

 

Come partecipare

La domanda si presenta sul portale di Artea (www.artea.toscana.it)

 

Leggi il bando completo

Bando (Allegato A al decreto), approvato con decreto n. 15713 del 4 ottobre 2018

 

Chi fosse interessato è pregato di rivolgersi prima possibile agli uffici della Cia di Pisa.

Contatti:

Sede Pisa: Cecilia Giannoni (050 9655153  c.giannoni@cia.it ) e Monica Di Simo (050 982993 m.disimo@cia.it)

Sede Volterra: Patrizia Porcu (0588 85135 p.porcu@cia.it)

Sede Pontedera: Marco Cassia (0587 290718   m.cassia@cia.it )

 

Area Servizi all’impresa Cia Pisa

 

Venerdì 16 dicembre sarà presente al mercato di La Spesa in Campagna l’ Azienda Agricola “Italiano Maria” produttori di Agrumi, una giovane realtà siciliana che nasce nel 1972 a Ribera (Ag).
Il mercato è un momento di scambio tra colui che produce ed il consumatore che sceglie i prodotti da portare sulle proprie tavole. Nel periodo degli agrumi portiamo la Sicilia sulle tavole pisane.
VI ASPETTIAMO VENERDI’ DALLE 8:00 ALLE 13:00 NEL CORTILE DEL CIRCOLO ARCI PISANOVA VIA FRASCANI VICINO AL CINEMA ISOLAVERDE.

Chiunque abbia subito danni alla propria attività agricola a seguito dell’incendio dei giorni scorsi, deve fare la segnalazione attraverso l’apposita procedura aperta da ARTEA. Il nostro ufficio di Pisa (loc. Ospedaletto, Via Malasoma, 22) ha istituito uno sportello dedicato nei giorni martedì 9 e mercoledì 10 Ottobre, dalle ore 9 alle 13 al quale gli interessati possono rivolgersi per l’espletamento della pratica. Per info: 050 983332 – pisa@cia.it.

Maggiori info Comune di Calci